NPP Cross Training System
Sport Division
Tactical Division
Un pensiero a chi, con orgoglio e sacrificio, porta la nostra bandiera e i valori che rappresenta alta nel mondo; sportivo o soldato, uomo o donna, il meglio del nostro amato paese, esempio per tutti di come la vita va vissuta.
SPORT DIVISION

LEGGI I NOSTRI ARTICOLI

Maggio 2012

Allenamento funzionale nel ciclismo

 

Il miglioramento prestativo è legato a innumerevoli fattori che toccano vari ambiti della fisiologia umana e ognuno di essi va condizionato di pari passo con tutti gli altri, essendo i processi fisiologici strettamente interconnessi e spesso agendo l’uno in conseguenza dell’ altro. Una prestazione ottimale, soprattutto nel ciclismo dove la performance viene espressa su di un mezzo meccanico, nasce dall’ insieme di forza muscolare, resistenza allo sforzo, coordinazione del gesto, corretta postura in sella (massimo rendimento - massimo comfort), efficienza cardiaca, “abilità respiratoria” (capacità di utilizzare a pieno i polmoni), massima efficienza d’ utilizzazione dei sistemi metabolici ossidativo, lipidico e glicolitico, corretto approccio alimentare (giuste proporzioni fra i macronutrienti), gestione delle fasi di recupero. Tutto ciò è realizzabile in modo naturale, con un approccio globale alla preparazione che interconnetterà tutti gli aspetti suddetti, in modo che ognuno sia il supporto dell’ altro, facendo sempre riferimento al modello di prestazione, con le sue caratteristiche fisiologiche e biomeccaniche.

 

 

Potenziamento muscolare in condizioni di equilibrio precario: l'impegno viene moltiplicato dalla necessità di stabilizzare le posizioni

 

 

(a sinistra) Lavoro posturale e riequilibrio dei distretti. 

(a destra) Aumento della gittata cardiaca con lavoro aerobico ad alta Intesità utilizzando i quattro arti. (a destra) 

 

I ciclosimulatori di ultima generazione ci permettono di riprodurre fedelmente le pendenze, l’attrito 
volvente e la resistenza aerodinamica, avvicinandosi perfettamente alle sensazioni su strada.         
 
Nelle crono viene ricercata la posizione che a parità di frequenza cardiaca permette di erogare un maggior wttaggio. Queste posizioni estremizzate non possono essere mantenute a lungo
 
Strutturare l'allenamento utilizzando come prametro il wattaggio permette di proporre programmi di lavoro molto più precisi e vicini al modello di prestazione della specialitò praticata. 
 
La misurazione della concentrazione di lattato alle varie potenze erogate ci dà indicazioni molto più attendibili riguardo la soglia rispetto al protocollo Conconi che si presta a interpretazioni poco oggettive. 
Migliorando l'efficienza dei muscoli respiratori abbiamo riscontrato alla potenza di soglia una diminuzione di 4 atti respiratori/minuto e un abbassamento della frequenza cardiaca pari a 5 battiti/minuto
 
La periodica valutazione della composizione corporea ci fornisce importanti informazioni sull'efficacia del nostro regime alimentare. 
 


Vedi gli altri articoli