NPP Cross Training System
Sport Division
Tactical Division
Un pensiero a chi, con orgoglio e sacrificio, porta la nostra bandiera e i valori che rappresenta alta nel mondo; sportivo o soldato, uomo o donna, il meglio del nostro amato paese, esempio per tutti di come la vita va vissuta.


ASPETTI NUTRIZIONALI

Maggio 2012

Verso un approccio nutrizionale corretto

Primo passo: sostituite gli alimenti raffinati con quelli integrali.

Se volete fare un regalo alla vostra salute iniziate a mangiare alimenti integrali e il corpo vi ringrazierà,oggi e negli anni a venire. Il pane di frumento integrale è decisamente meglio di quello raffinato (o bianco). Uno studio finanziato dall’Unione Europea all’interno del progetto”Healthgrain”ha dimostrato che il pane integrale, oltre ad avere un elevato potere saziante, aiuta a prevenire cardiopatie e diabete di tipo 2 (non insulinodipendente, che sorge in età adulta e in cui lo stile di vita e l’alimentazione svolgono un ruolo rilevante).Al contrario, il pane bianco facilita queste patologie alzando il livello di zuccheri e insulina nel sangue conseguenti alla sua assunzione.Continue ricerche ribadiscono che consumare abitualmente cibi integrali, ricchi di fibre, vitamine e minerali, a differenza dei raffinati diminuisce il rischio di incorrere in un’ampia serie di malattie croniche e perfino contrastarle attivamente. Negli ultimi decenni il contenuto di fibre nelle diete dei paesi industrializzati è notevolmente diminuito per il cambiamento delle abitudini alimentari e per la maggiore raffinazione subita dalle farine che vengono private di sostanze importanti per l’organismo. I vantaggi del consumo di cibi integrali vanno ricondotti all’aumentato apporto di fibre che:
-aumenta il senso di sazietà e facilità il transito intestinale
-riduce l’assorbimento di grassi e colesterolo e sostanze cancerogene
-riduce il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro
-aumenta l’apporto di vitamina E
-hanno un indice glicemico inferiore e così anche il contenuto calorico, pertanto sono indicati nelle diete dimagranti a condizione che se ne assuma la giusta quantità perché integrale non significa mangiarne di più. E’ bene comunque non eccedere:i fitati contenuti negli alimenti integrali, infatti, inibiscono la metabolizzazione di numerosi minerali come il calcio e lo zinco se assunti in dosi massicce. La lievitazione risolve questo problema poiché gli enzimi del lievito e il calore della successiva cottura riducono drasticamente i fitati. 


Vedi gli altri articoli